NEWS HUB

The Anthropocene Project at the MAST Foundation in Bologna: A Wake-up Call to Save the Planet

By Nicolò Gallio

When was the last time you felt mesmerised and guilty at the same time, while looking at a piece of art? It happened to me last Saturday more than once when I was visiting the Anthropocene exhibition at the MAST Foundation in Bologna. I knew I was going to experience an impactful show given the topics – pollution, deforestation, mining, climate change, urbanization – but did not fully realise the beauty that came across the powerful images captured by the cameras of world-renowned photographer Edward Burtynsky and award-winning directors/producers Jennifer Baichwal and Nicholas de Pencier.

Read the full article here.

Read More

Anthropocene, L’impronta Umana Sulla Terra

By Daniele Del Moro
Green Planet News

Alla FONDAZIONE MAST [Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia] di Bologna arriva in anteprima in Europa la mostra che indaga l’impatto dell’uomo sul pianeta attraverso le straordinarie immagini di Edward Burtynsky, i filmati di Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier e le esperienze immersive di realtà aumentata

Anthropocene, la mostra multimediale, foto, video e quant’altro, che vuole documentare la traccia umana sul nostro povero pianeta. Ci sarà da ridere? Oppure da piangere? Sarà una messa in stato di accusa col dito puntato sul famigerato bipede o forse una mano tesa tra umani pensanti che ancora hanno a cuore le sorti di Base Terra?

Di certo, la mostra Anthropocene, a ingresso gratuito, curata da Sophie Hackett, Andrea Kunard, Urs Sthael, per la prima volta in Italia, a Bologna al MAST fino al 22 settembre 2019, costituisce una seria base di riflessione per farci tutti una domanda: amiamo la vita e dunque il terreno su cui calchiamo i nostri consumati passi?

La mostra, esplorando gli effetti delle attività umane sul Pianeta, si inscrive nel progetto artistico dellaFondazione MAST che dal 2013 conduce una riflessione approfondita sul rapporto tra l’uomo e il mondo del lavoro attraverso esposizioni di fotografia [tratte dalla collezione di Fondazione MAST o provenienti da musei, archivi e raccolte private], che raccontano il settore produttivo, le comunità dei mestieri e l’occupazione in genere.

Read the full article here.

Read More

Burtynsky con Baichwal e de Pencier al Mast

35 fotografie, 4 enormi murales, alcune videoinstallazioni e 3 installazioni di realtà aumentata

By Monica Poggi | Il Giornale dell'Arte numero 397, maggio 2019

Bologna. Siamo nell’Antropocene, vale a dire: stiamo distruggendo il nostro pianeta. Ce lo ripetono scienziati e ricercatori, lo urlano le proteste giovanili in piazza e da qualche anno lo sottolineano  anche gli artisti. Nello specifico il fotografo internazionale Edward Burtynsky e i documentaristi Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier con una mostra al MAST intitolata «Anthropocene», curata da Urs Stahel, Sophie Hackett e Andrea Kunard e organizzata dalla Art Gallery of Ontario e dal Canadian Photography Institute della National Gallery of Canada in partnership con l’istituzione bolognese.

Dopo aver debuttato in Canada lo scorso settembre, l’esposizione arriva per la prima volta in Europa negli spazi della Fondazione bolognese dal 16 maggio al 22 settembre. Il progetto nasce dalla collaborazione quadriennale dei tre autori e si basa sul lavoro dell’Anthropocene Working Group, un gruppo internazionale di scienziati impegnato a dimostrare come l’uomo sia diventato la forza più potente in natura, in grado di modificare con le proprie azioni il corso delle ere geologiche.

Read the full article here.

Read More